Colazioni, aperitivi e birra? Only One naturalmente e da oggi un "Mare di beer fest"

Campobasso giovedì 18 luglio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Domenico Nardone
Domenico Nardone © Termolionline.it

TERMOLI. Risalendo dal mare, imboccando il Corso Nazionale, si incontra un locale storico che non ha cambiato mai il nome fin dalla sua nascita nonostante alla guida si siano succeduti diversi titolari. Il locale si chiama "Only One". A dire il vero, nella sua progenie Only One nacque come gelateria come ci ha ricordato l'attuale titolare Domenico Nardone che oggi gestisce nel vero senso della parola una fornitissima birreria in grado di esaudire tutti i desideri degli amanti della speciale bevanda bionda.

Domenico, prima di aprire questo locale quali esperienze hai fatto?

"Ne ho fatte tante di esperienze: la prima è stata nel 1999 nel Bar Gioviani in Piazza Monumento dove ho servito il mio primo caffè a tavolino, pur non frequentando scuole specifiche; poi sempre nella stagione ‘99/2000 ho lavorato con il mitico Dani Caruso alla Cala Sveva. Dani è stato il mio mentore, mi ha insegnato tutto quello che oggi so, senza i suoi insegnamenti forse non sarei in grado di gestire un locale o fare questo lavoro. Io comunque ero ancora in età scolare e ho continuato a fare le mie esperienze: sei mesi a Lecce dove facevo le serate in un villaggio turistico a 4 stelle, altri sei a Milano dove ho lavorato per la Campari. Poi tornato a Termoli mi sono ritrovato da Manrico al Bar via Firenze con la promessa che sarei rimasto a lavorare solo qualche mese, ma alla fine ci sono rimasto sei anni, poi da Sarni in autostrada e al lido Le Dune da Diego Paradisi.

Ormai avevo bene chiaro in mente che questo sarebbe stato il mio lavoro. Adesso mi sono fermato e sono qui con Only One: inizialmente dovevo mettere un Beer Shop nei locali di fronte, poi però ho saputo che si vendeva la gelateria Only One e in tre anni sono riuscito a trasformarla in una birreria con diversi spillatori e diverse marche di birre. Oltre 100 marche, ad esempio io sono fan della birra tedesca e della Guinnes che è irlandese, poi c'è la Spalter Pils, la Weiherer Weizen, Weiherer landbier che è una birra di campagna un po' più dolciastra della Pils, e la Gulden Draak, una birra rossa 10° e mezzo considerata tra le 10 rosse più buone al mondo.

Se vuoi sapere da me qual è la migliore di tutte, ti dico che non c'è, non esiste, ma la migliore è sempre quella prossima che assaggerai, non c'è mai una meglio dell'altra, la birra è un mondo infinito di acqua, malto d'orzo e luppolo e lievito, se ce lo vogliamo mettere. Noi italiani anche sappiamo difenderci: ci sono birre molto buone anche se noi siamo migliori nel fare il vino, nel fare la birra abbiamo un po' troppa fantasia tipica dell'Italiano medio, per quanto mi riguarda."

Conclude Domenico: "Una cosa che vorrei sottolineare è che da noi oltre alla svariata gamma di birre abbiamo anche un’alta selezione di Whisky, di Rum, Gin e vari distillati principi da miscelazione oltre ai caffè e alla colazione e alla stuzzicheria con gli aperitivi. Non potendo disporre di un locale grandissimo, ho deciso di puntare ad un monoprodotto e per come la vedo io, se vuoi specializzarti in un prodotto, non puoi seguirne contemporaneamente molti altri. Si corre il serio rischio di non fare bene nessuna cosa. Fortunatamente conto un bel po' di gente soprattutto d’estate, ma sinceramente non ho mai quantificato le presenze, diciamo che sfioro le centinaia. Io spero di continuare più a lungo possibile questa esperienza perché qui davvero mi sento realizzato: soddisfare la clientela è la mia priorità assoluta, mi sono buttato in questa avventura calcolando bene i rischi, ma l'ho fatto quando mi sono sentito pronto e quando avevo consapevolmente raccolto tanta esperienza che ora sto mettendo in atto. Only One mi ha offerto l'occasione e io l'ho colta al volo ed ora devo solo farla sempre più migliorare."

E come non essere contagiati da cotanto entusiasmo del nostro Domenico Nardone. Da Only One su Corso Nazionale 11/13 ogni vostra richiesta sarà esaudita dal titolare e dai suoi collaboratori: potreste conoscere e gustare anche la birra più sconosciuta che soddisferà appieno la vostra sete e la vostra gola.

Buona birra a tutti da Only One!

Ma non solo, da oggi e fino a domenica si celebra un connubio vincente con una ciliegina sulla torta. Parliamo della seconda edizione della manifestazione "Un mare di Beer Fest", frutto della collaborazione tra Only One e Dickens Pub, assieme alla Pro loco. Come dice il brand della rassegna, non ci sarà che l'imbarazzo della scelta. Sì, perché sono 17 le tipologie di birra alla spina che verranno proposte, nella location di Piazza Sant'Antonio, arricchita dallo street food e dall'esibizione di 4 gruppi: da oggi a domenica si alterneranno gli Acid Lake, Tracce Rare, Piccola Underground Orchestra e Clocks. Ci sarà anche un dj set nel fine settimana. Una iniziativa che punta ad aggregare e far degustare quante più birre possibili, che non si trovano alla spina così facilmente sul territorio. Il festival ha il patrocinio del Comune di Termoli e la collaborazione della Pro loco di Termoli.

Dal 18 al 21 luglio, dunque, meta obbligata per gli appassionati di musica, birra e cibo da strada. Ieri abbiamo incontrato i due organizzatori, Domenico Nardone e Fabio Ambrosino. Tra le 17 birre, oltre ad alcune italiane, ci sono tedesche, inglesi e belghe. La parte gastronomica vede carne argentina e arrosticini aquilani e focacce umbre. Musica dal vivo come richiamo assoluto per un evento che vuole radicarsi sulla costa e nasce dalla passione per il luppolo di Domenico e Fabio, che vogliono portare la birra di qualità in città. «Birre buone e birre nuove, venite e le assaporerete, scoprendole assieme a noi», l’invito irrinunciabile, sposato già dalla Pro loco, che ieri mattina era presente col presidente Luciano Calignano.