L’amore e le parole per raccontarlo: al via il ciclo di incontri «Scritti di Cuore»

Flash News
Campobasso martedì 12 febbraio 2019
di La Redazione
L’amore e le parole per raccontarlo: al via il ciclo di incontri «Scritti di Cuore»
L’amore e le parole per raccontarlo: al via il ciclo di incontri «Scritti di Cuore» © Comune di Campobasso

CAMPOBASSO. I sentimenti, l’affettività e le relazioni umane di nuovo protagonisti nelle parole di chi li racconta. Anche quest’anno torna Scritti di cuore – l’amore e le parole per raccontarlo, un’esperienza progettuale giunta alla sua terza edizione che proprio nella settimana dedicata al tema dell’amore romantico e della relazione sentimentale vuole offrire un’occasione di confronto e riflessione sulla dimensione affettiva a vari livelli. Dalle relazioni familiari, alla capacità di esprimere i sentimenti in forma scritta, senza dimenticare l’importanza di una sana educazione sentimentale.

Il ciclo di incontri Scritti di cuore, promosso e organizzato dal Comune di Campobasso – Assessorato alle politiche per il sociale e Giovanili e dall’Unione Lettori Italiani con la direzione artistica di Brunella Santoli in collaborazione con la Provincia e la Direzione della Casa Circondariale di Campobasso, e attraverso la sinergia con il tessuto scolastico del capoluogo, rientra nel programma di Ti racconto un libro 2019, è una sorta di percorso a tappe che ci accompagnerà nella conoscenza dell’intricato labirinto sentimentale che tutti noi sperimentiamo.

La manifestazione si svolgerà a Campobasso dal 14 al 20 febbraio e oltre a una serie di incontri per adulti e bambini, prevede anche la terza edizione del concorso nazionale destinato agli istituti carcerari.

A dare il via agli appuntamenti sarà Michela Monferrini che, con Muri maestri e accompagnata da Valentina Farinaccio, parlerà dei mille significati di un muro, delle storie che contiene ma anche di come un muro possa anche saper accogliere una preghiera, un sogno, diventando lo spazio su cui si manifesta l’aspirazione a essere, il permesso di desiderare. Appuntamento giovedì 14 febbraio alle ore 18.30 nel Circolo sannitico di Campobasso.

Nella mattinata di giovedì alle ore 10.30, l’autrice incontrerà gli studenti del Liceo Scientifico ‘Mario Pagano’ di Campobasso.

Venerdì 15 febbraio toccherà al travel blogger Davide Urso che alle ore 15.30 con il suo Con un libro si può viaggiare incontrerà i detenuti della casa circondariale di Campobasso. Il giorno dopo (sabato 16 febbraio) alle 18.30 Urso sarà ospite della Bibliomediateca comunale per condividere con il pubblico le esperienze contenute in Diario di un’odissea positiva, un viaggio lungo 23 mila chilometri, da Madrid a Capo Nord, per poi arrivare a Lecce e ritornare a Madrid, passando per 21 nazioni. Nelle mattine di venerdì e sabato il travel blogger incontrerà gli studenti di numerose scuole della città.

Per lunedì 18 febbraio, ore 18.30 nel Circolo sannitico, è atteso il grande ritorno di un autore molto caro al pubblico di Ti racconto un libro. Con il suo Le voci del sogno, Ivan Cotroneo ritroverà il calore di una città che lo segue con passione da anni. Lo scrittore napoletano regala quattordici voci – evocative, sensuali, sottili, oscure – che raccontano i loro sogni d’amore e di inquietudine. Parlano di ricordi, di dolori passati, di gioie a venire. Personaggi immaginari che aprono squarci sul mistero delle loro vite, portandoci in spazi fantastici, irreali, eppure così vicini alla nostra intimità, alla coscienza del nostro mondo interiore.

Come pure lo scorso anno, Scritti di cuore ha voluto pensare anche ai giovani lettori organizzando una serie di incontri-laboratorio con l’illustratore-scrittore Cristiano Spinelli, noto per l’utilizzo della tecnica di libri pop-up, nel corso dei quali l’autore inviterà i piccoli lettori ad avvicinarsi senza timore a quelle che sono le diversità e le fragilità umane.

Nel corso dell’incontro- laboratorio IL ROVO una storia spinosa-libro pop up (destinato agli alunni di numerose scuole della città, nelle mattine di martedì 19 e mercoledì 20) l’autore, attraverso una storia basata sull’osservazione della vita e della botanica di questa pianta spinosa e arzigogolata, propone similitudini con l’essere umano ingarbugliato, strano, intrattabile.

Martedì 19, alle ore 16, nella bibliomediateca del capoluogo, Spinelli incontrerà i bambini per IL ROVO per gioco, laboratorio di tecnica pop-up per avvicinare i più piccoli alla tecnica del pop-up e proporre loro la realizzazione di un progetto utilizzando materiali economici e di uso comune come carta, forbici e colla per sviluppare la manualità, l’apprendimento e il pensiero creativo. Nel pomeriggio di mercoledì 20, alle ore 18 nella bibliomediateca di Campobasso, spinelli incontrerà i ragazzi insieme a genitori, insegnanti, educatori e operatori in occasione del suo STORIE SPINOSE- racconti di diversità e fragilità umane, un momento di confronto aperto e sincero per parlare di diversità e fragilità con il preciso intento di favorire il concetto, oggi assolutamente doveroso e necessario, di ‘inclusività’ e di accoglienza.

Per finire, torna anche l’appuntamento con il concorso nazionale di scrittura “Scritto di cuore”, giunto alla terza edizione, rivolto ai detenuti degli Istituti carcerari di tutto il territorio nazionale, a cui verrà chiesto di inviare una lettera “scritta di cuore”, che sarà valutata da una giuria qualificata, fatta di scrittori e di studenti in vista della premiazione che si terrà in primavera a Campobasso.