Riccia, presto un metodo di raccolta differenziata moderno e innovativo

Flash News
Campobasso venerdì 07 dicembre 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Riccia
Riccia © Comune di Riccia

RICCIA. Un metodo di raccolta moderno e innovativo, che premierà i cittadini virtuosi, con il duplice obiettivo di ridurre a monte la produzione dei rifiuti e migliorare la qualità di vita del nostro territorio.

Davvero tante le novità che caratterizzeranno il nuovo servizio. Prima fra tutte, la cosiddetta tariffazione puntuale, un nuovo sistema per la gestione dei rifiuti che prevede di associare la singola utenza al rifiuto indifferenziato e di misurarlo puntualmenteintroducendo una tariffa che terrà conto della reale produzione di rifiuto conferito dall’utente.

Una misura, dunque, che consentirà di assicurare elevate percentuali di raccolta differenziata e un importante diminuzione del rifiuto da smaltire, consentendo un risparmio rispetto ai costi attuali per i cittadini più virtuosi.

In sintesi, gli utenti verranno responsabilizzati: chi differenzia risparmia, chi inquina paga. Il sistema appare così una importantissima novità, per una gestione dei rifiuti moderna, in linea sia con le esigenze ambientali, che con una migliore qualità del servizio.

In questo ambito, il sistema di monitoraggio dei conferimenti scelto dall’amministrazione comunale è quello del sacchetto prepagato, in aggiunta al sistema di monitoraggio dei prelievi effettuati mediante la tecnologia RFID, che consentirà di tracciare in modo automatico e massivo i contenitori e di rilevare in tempo reale gli svuotamenti.

I nuovi kit, già acquistati dall’Amministrazione, attraverso finanziamenti regionaliPAR FSC 2007-2013, e dunque a costo zero per la collettività,saranno dotati di questa nuova tecnologia: grazie ad un codice infatti ogni bidone sarà associato all’utenza e così si potrà verificare il reale utilizzo da parte delle singole famiglie.

Un sistema più equo e rispettoso, quello individuato dal Comune di Riccia, che punta al miglioramento e ad una sempre maggiore efficienza del servizio con la collaborazione ed il ruolo attivo del cittadino e con un occhio sempre rivolto alla tutela dell’ambiente.

Di importante rilevanza, a questo proposito, l’innovativo Centro comunale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani, sito in Colle della Macchia, inaugurato lo scorso Gennaio, che verrà attivato in concomitanza con l’avvio del nuovo servizio.

Un impianto rispettoso delle nuove normative in materia, a costo zero per la cittadinanza, reso possibile grazie ad un finanziamento regionale del PAR FSC 2007-2013.

Tecnologicamente all’avanguardia, completamente videosorvegliato, il Centro è dotato di un sistema di pesatura personalizzato dei rifiuti (funzionante con la tessera sanitaria) e sarà presto provvisto di specifici cassoni scarrabili per le diverse tipologie di rifiuto. È stato inoltre istallato un Composter Big Hanna, per trasformare in modo semplice ed economico, soprattutto a impatto ambientale zero, gli scarti alimentari in concime organico, capace di abbattere fino ad un terzo la produzione di umido, a tutto vantaggio dell’ambiente.

Tutto ciò va ad aggiungersi alle mini isole ecologiche, già installate, che permettono di conferire rifiuti in base alla loro tipologia sempre attraverso il riconoscimento dell’utente mediante tessera sanitaria.

Altra rilevante novità è la decisione dell’Amministrazione comunale di eliminare le isole di prossimità poste in prossimità delle campagne, avendo riscontrato diverse problematiche connesse all’abbandono incontrollato dei rifiuti, ai mancati svuotamenti da parte della ditta appaltatrice e all’impossibilità di tracciare i rifiuti. Anche nelle campagne, dunque, verrà utilizzato lo stesso sistema (porta a porta spinto) adoperato nel centro urbano.

Un percorso nuovo verso un futuro migliore, avviato dall’Amministrazione Comunale già lo scorso luglio, quando con delibera n.79 del 12 luglio 2018 l’Amministrazione ha proceduto all’Approvazione del Piano Industriale e del Capitolato Speciale d’Appalto per il servizio di raccolta differenziata, dell’importo di circa 2milioni e 600mila euro.

A seguire, dunque, l’attivazione della Procedura di Gara, effettuata secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, criterio che premia la migliore offerta non solo riguardo al risparmio sul prezzo posto di gara, ma anche e soprattutto in base alla qualità del servizio erogato. La Procedura avrebbe dovuto concludersi con la stipula del contratto con la nuova ditta aggiudicataria nel mese di novembre 2018, prevedendo che il servizio partisse già dal 1 dicembre 2018.

Nel corso della fase di verifica dei requisiti dei concorrenti partecipanti, una delle ditte è stata esclusa dalla gara a causa della mancata congruità dei costi riferiti alla manodopera.Questa esclusione è una conferma della particolare attenzione che l’Amministrazione Comunale osserva nei confronti di lavoratori.

La stipula del contratto di appalto e il conseguente avvio sono stati sospesi in quanto la ditta esclusa ha impugnato gli atti della procedura mediante ricorso al TAR, la cui udienza di discussione è fissata per il giorno 19 dicembre 2018.

Pertanto l’Amministrazione comunale, al fine di garantire il servizio di raccolta dei rifiuti, sta procedendo in proroga tecnica col precedente appaltatore, in attesa delle risultanze dell’udienza, in seguito alle quali potrà procedere all’attivazionedel nuovo contratto di appalto.