Amato Berardi: «Il Molise è una regione unica al mondo. Ha molto da offrire, va valorizzata»

Attualità
Campobasso lunedì 12 agosto 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Amato Berardi
Amato Berardi © Termolionline.it

TERMOLI. E' originario di Longano, in provincia di Isernia, dove vi nasce nell'ottobre del 1958. Ha 61 anni ed è imprenditore nel campo delle assicurazioni e del campo finanziario negli Stati Uniti, abita vicino a Philadelphia. Parliamo di Amato Libero Berardi, che abbiamo avuto il privilegio di incontrare, conoscere e intervistare ieri al lido La Vela, sul lungomare Nord di Termoli, grazie all'ospitalità di Pietro D'Andrea, assieme alla splendida famiglia dell'ex deputato di Forza Italia e di alcuni amici.

E' attivo nell'interscambio tra i molisani nel mondo e la nostra regione, è stato anche deputato eletto nella circoscrizione Estero in Nordamerica dal 2008 al 2013 e di recente ha proposto assieme ad altri molisani affermatisi oltreoceano l'associazione Niaf, che a fine giugno ha incontrato - primo di una serie di step in Molise - i vertici del Tump, un consorzio di eccellenze regionali - nella masseria Di Majo Norante a Campomarino.

Il Niaf (Nation Italian American Foundation) è un'associazione culturale statunitense senza fini di lucro nata con lo scopo di promuovere la storia, la lingua e la cultura dell'Italia negli Stati Uniti, punto di riferimento percirca 20 milioni di statunitensi che vantano origini italiane, per promuovere il Molise e intercettare magnati interessati ad investire sul territorio.

Per Amato Berardi, del Niaf, «A novembre il Molise, in occasione del 44esimo anniversario della fondazione Niaf, sarà la regione d’onore a Washington in rappresentanza dell’Italia e lì avrà l’opportunità di mostrarsi attraverso le sue bellezze ed unicità». A Campomarino tra gli altri il senatore Giordano Basilio e l’onorevole Patricia Harrison.

Per Amato Berardi, «Il Molise è una regione unica al mondo. Ha molto da offrire, va valorizzata»; così come si è sbilanciata la presidente del Niaf Patrizia Harrison, «Sono stata molto onorata di essere qui. Abbiamo instaurato un grande calore umano, abbiamo visto questa bellissima regione. Sarò lieta di ritornarci. Vogliamo promuovere questa regione a Washington il primo e 2 novembre».