#NonCiFermaNessuno, il tour di Luca Abete fa tappa all'Unimol

L'inviato di "Striscia la notizia" a Campobasso l'8 maggio

Attualità
Campobasso sabato 05 maggio 2018
di La Redazione
Più informazioni su
La locandina
La locandina © Unimol

CAMPOBASSO. #NonCiFermaNessuno 2018 è il tour motivazionale organizzato per tappe ideato e promosso da Luca Abete, il coraggioso inviato di Striscia la Notizia dalla giacca verde. Abete sarà a Campobasso martedì 8 maggio all’Unimol nell’aula Antonio Genovesi del II Edifico Polifunzionale di via Francesco De Sanctis alle 11.

Grazie all’originalità del format comunicativo e l’importanza del messaggio trasmesso, l’Università di Parma ha conferito un anno fa a Luca Abete il titolo di Professore ad Honorem in “Linguaggio del Giornalismo”.

Nel 2016 invece il tour è arrivato in Città del Vaticano dove Luca Abete ha parlato con Papa Francesco a 7000 ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia. Il progetto vanta anche un prestigioso riconoscimento istituzionale: la Medaglia del Presidente della Repubblica e il patrocinio del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Moltissime le università che dal 2014 hanno ospitato questa campagna sociale senza precedenti, dal nord al sud. Per l’Ateneo molisano si tratta della prima volta.

Al grido #NonCiFermaNessuno! studenti universitari e delle scuole italiane vengono coinvolti per parlare di coraggio, passione e di incidenti di percorso capaci di diventare opportunità.

Una vera e propria conferenza-spettacolo ad ingresso libero (fino a esaurimento posti) scandita da video, gag, testimonianze: un’esperienza extra didattica coinvolgente e appassionante, che emoziona e fa riflettere, diverte e commuove.

Un esperimento di comunicazione che arriva dritto al cuore, sfidando luoghi comuni e pessimismo generale: un’incredibile iniezione di fiducia per coloro che, in un periodo storico incerto e complesso, possono trovare la fortuna tanto agognata ripartendo proprio da se stessi.

Il tema conduttore scelto quest’anno è quello del sorriso, strumento semplice e potente che va valorizzato e portato al massimo delle sue potenzialità grazie all’idea comunicativa di una portentosa “pasta dentifricia”, resa unica dalla molecola dell’”ottimismo attivo”, garanzia di sorrisi più grandi e di una vita migliore e più consapevole.

“Ho creduto fermamente in questa idea che all’inizio sembrava folle, ma che anno dopo anno ha dimostrato di essere un progetto concreto e di grande successo: nessuno aveva ancora pensato al bisogno di incoraggiamento di cui necessitano tanti ragazzi in un momento così delicato della loro esistenza - ha affermato Abete - un esperimento decisamente riuscito andato ben oltre le aspettative, incontrando la gratitudine degli studenti, l’entusiasmo delle università e l’interesse delle aziende.

Se da una parte in molti ci dicono di restare con i piedi per terra e che sognare è un’illusione, dall’altra con questo format vogliamo dimostrare che inseguire i propri sogni e provare a spiccare il volo è un diritto per tutti. E a proposito di sogni, il mio è che la carovana dell’ottimismo nata quasi per gioco possa, di tappa in tappa, arricchirsi di nuove energie, capaci di rendere la sua marcia sempre più inarrestabile".