Edilizia scolastica, la “Don Milani” di via Leopardi pronta il 14 agosto

Politica
Campobasso giovedì 14 giugno 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Antonio Battista
Antonio Battista © Campobassoweb

CAMPOBASSO. C’è la data. A ufficializzarla è stato lo stesso sindaco di Campobasso, Antonio Battista, nel Consiglio comunale di questa mattina: la scuola elementare e materna di via Leopardi, chiusa dal 3 novembre 2016 per importa ti lavori di adeguamento, sarà consegnata il prossimo 14 agosto.

Gli interventi dunque si concluderanno tra pochi mesi, rendendo così disponibile la struttura per il nuovo anno scolastico. Era la notizia che tutti si aspettavano: gli alunni, che potranno cosi riabbracciare la loro scuola ed i genitori, costretti a vari trasbordi per accompagnare i propri figli alle lezioni, tenute in via temporanea al liceo artistico “Manzu”, inizialmente, per poi passare all’istituto comprensivo “I.Petrone” di via Alfieri e, infine, nei locali universitari della facoltà di Economia.

Il costo degli interventi sfiora i 500mika euro, dopo la predisposizione di lavori ulteriori non previsti inizialmente:

“Abbiamo realizzato lavori agli impianti di riscaldamento e altri per l’accoglienza dei ragazzi: la scuola ci sarà consegnata in tempo per il nuovo anno scolastico - ha spiegato il primo cittadino- Saranno diciotto aule, per una struttura rispondente all’attuale normativa. Oltre ai 370 mila euro per i lavori di adeguamento inizialmente previsti, abbiamo completato il tutto con ulteriori interventi alla caldaia e all’impianto di impermeabilizzazione, seguendo il parere dei tecnici che ci hanno consigliato di procedere al l’adeguamento, anziché al l’abbattimento”.

Sulla materna di via Verga: “Continuiamo con la ricognizione in atto, sulla base delle indagini Unimol. In base ai pareri tecnici e alle spese previste valuteremo la strategia migliore”.

Sulla scuola “Bianconiglio” è intervenuto anche Simone Cretella, consigliere del MoVimento5Stelle: “Via Verga ha grandi criticità e secondo noi va abbattuta e ricostruita. Comunque, a prescindere dalla decisione che verrà presa, noi auspichiamo tempi rapidi”.