Enel, a rischio il distaccamento del centro progettazione e lavori di Campobasso

Lavoro ed economia
Campobasso giovedì 09 agosto 2018
di La Redazione
Più informazioni su
La sede Enel di Termoli
La sede Enel di Termoli © Nuozzi Costruzioni

TERMOLI. Continua lo smantellamento dei presidi sul territorio molisano. Apprendiamo dal deliberato della giunta comunale di Roccamandolfi, pensate un po’, della paventata soppressione in Molise delle sedi Enel, riguardante l’unità operativa di Termoli e il distaccamento del centro progettazione e lavori di Campobasso.

«L’eliminazione di tali servizi, afferma il sindaco di Roccamandolfi Giacomo Lombardi, ridisegnerebbe così i confini di competenza territoriale dell’intera regione con evidenti ripercussioni negative per tutta l’utenza localmente gestita.

L’Enel, infatti, nel corso degli anni è stato sempre un interlocutore istituzionale serio e affidabile per gli enti locali, soprattutto quando si sono verificate criticità ed emergenze (purtroppo sempre più frequenti) nei diversi territori comunali.

Questa vicinanza è sempre stata motivo di funzionalità e di efficacia nei confronti degli enti locali, potendo contare sull’opportunità offerta da Enel di intervenire prontamente garantendo un servizio qualificato ed una assistenza continua, sia rispetto alle utenze domestiche, che alle attività commerciali e produttive presenti nella nostra regione.

Inoltre conclude Lombardi, l’abbandono di alcuni presidi Enel nella nostra regione, significherebbe anche dispersione di possibilità occupazionali e di ricchezza rispetto ad un territorio già profondamente fragile».