L’inciviltà che offende

Cronaca
Campobasso sabato 14 luglio 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Ospedale Cardarelli, panchine distrutte
Ospedale Cardarelli, panchine distrutte © Web

CAMPOBASSO. Più dell’incuria, più dello stato d’abbandono che affligge la città, a ferire, molto spesso, sono la maleducazione e l’assenza totale di senso civico.

Contrada Tappino, ospedale “Cardatelli”.

I vandali di turno hanno pensato bene, in una delle loro incursioni vigliacche e insensate, di prendersela con le panchine poste proprio a ridosso dell’ingresso del nosocomio locale.

Alcuni seggiolini sono stati divelti, altri letteralmente demoliti e ormai la struttura è praticamente inutilizzabile.

Un atto grave, bruto, soprattutto perché avvenuto in un luogo che accoglie la sofferenza e il dolore dei malati, delle loro famiglie, e che già solamente per questa ragione meriterebbe ben altre attenzioni, ben altro rispetto.

L’episodio, inoltre, ripropone ancora una volta il tema della sicurezza, perché non sono solo i furti nelle scuole e negli appartamenti, recentemente denunciati, a incidere negativamente sulla percezione della collettività. Anche le sortite di questi balordi, che cercano di sfogare la propria frustrazione andando in giro a compiere devastazioni contro il patrimonio pubblico, rappresentano un male da estirpare e fronteggiare in maniera decisa. Magari con controlli più incisivi e pene più severe, magari con l’istituzione di un sistema di videosorveglianza capillare e, soprattutto, funzionante. Perché c’è un degrado ancor più grave di quello materiale, un degrado capace di generare mostri orribili: quello morale e civico. Contrastarlo è, prima di tutto, un dovere.