Street-art in città: oltre la valorizzazione urbana

Cronaca
Campobasso martedì 15 maggio 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Murale area ex-Romagnoli
Murale area ex-Romagnoli © Campobassoweb

CAMPOBASSO. Non ci sono solo i preziosi lavori di illustri portabandiera della scena street-art italiana e internazionale a “popolare” mura e pareti della nostra città. Accanto alle ormai celebri opere di “assi” indiscussi quali Blu e Macs - autore, quest’ultimo, del noto “It’s not a game” di via Campania - spiccano infatti anche i murales di molti artisti locali, legati alla scena underground e all’hinterland campobassano in particolare.

Molto più che meri elementi di ornamento: queste composizioni possiedono infatti un contenuto espressivo assolutamente peculiare e un’incisività cromatica speciale, capaci di colpire sguardi ed emotività.

In molti casi, la loro struttura è portatrice di messaggi più profondi, come celati dietro le linee ed i colori che si abbracciano in superficie.

Oltre alle opere del terminal bus e del quartiere San Giovanni, altri lavori suggestivi trovano sede nel capoluogo, quasi a raccontare o descrivere spaccati di vita, storie e personaggi di una città che sembra quasi specchiarsi nei murales e nella sensibilità artistica dei loro creatori.

L’area dell’ex Romagnoli, ad esempio, è stata “affrescata” con soggetti che rievocano volti e vicende straordinariamente caratterizzanti per il capoluogo: dall’epopea sportiva del Campobasso targato Molinari e dell’indimenticabile Scorrano, al commovente tributo per chi ha lasciato nel cuore di questa città e della sua gente un ricordo indelebile, prima di andar via troppo presto.

Altre opere trovano spazio lungo via Scardocchia, a due passi dal Liceo Classico “M.Pagano”, così come in via Novelli e via Cavour.

Anche la scuola dell’infanzia “Sant’Antonio di Padova”, in via Duca degli Abruzzi, ha voluto rendere più vivace la propria veste estetica attraverso un murale che adorna l’intera facciata dell’edificio: una scelta molto apprezzata dai giovanissimi alunni.

Ecco perché, quella della street-art, non rappresenta solo una possibilità di riqualificazione di aree altrimenti soggette a degrado, ma può offrire realmente nuovi sentieri espressivi capaci di valorizzare il territorio ed i suoi talenti migliori.