Telefonini e droga in carcere: blitz della Polizia in via Cavour

Cronaca
Campobasso martedì 17 aprile 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Operazione della Polizia
Operazione della Polizia © Campobassoweb

CAMPOBASSO. La città questa mattina si è svegliata di soprassalto, disturbata dal frastuono degli elicotteri che dalle prime luci dell’alba hanno sorvolato i cieli del capoluogo.

Dubbi e facce interdette hanno trovato gli attesi chiarimenti qualche minuto fa, quando è arrivata la notizia di una vasta operazione condotta dalle Polizia: sotto la lente degli agenti, ancora una volta, il carcere di Campobasso.

Stando a quanto emerso, il blitz condotto nella casa circondariale di via Cavour, anche con l’ausilio delle unità cinofile, ha avuto come obiettivo approfondimenti investigativi e perquisizioni finalizzate alla ricerca di telefonini illecitamente posseduti dai detenuti e sostanze stupefacenti.

L’operazione sarebbe scattata dopo il ritrovamento, da parte della Penitenziaria, si alcuni dispositivi cellulari all’interno della struttura. Di qui, dunque, la segnalazione alla competente Procura, che ha dato quindi il via all’indagine.

Un centinaio i poliziotti impiegati nel blitz mattutino. Ulteriori sviluppi sono attesi nelle prossime ore

È stata la stessa Procura, nella mattinata odierna, a spiegare i dettagli dell’operazione:

“Il personale della Polizia di Sato - con l'ausilio della Polizia Penitenziaria e di unità cinofile della Guardia di Finanza - ha effettuato un'accurata perquisizione di tutti gli ambienti ritenuti di interesse presso la Casa Circondariale di Campobasso. L’attività si era resa necessaria a seguito del reiterato rinvenimento, presso la stessa struttura - ad opera della Polizia Penitenziaria - di materiale la cui detenzione è vietata dall'ordinamento penitenziario e, tra queste, di sostanze stupefacenti. Le operazioni di perquisizione avevano l'obiettivo di acquisire elementi di riscontro all'attività investigative in corso oltre che verificare l'introduzione, all'interno della Casa Circondariale, di sostanze stupefacenti e o di altro materiale non consentito”.

Il controllo ha riguardato oltre 150 detenuti, Le operazioni hanno permesso di rinvenire materiale di interesse investigativo e la cui presenza, all'interno degli spazi riservati ai soggetti ristretti, non è con sentito.